Casa Domande

Casa domande e risposte per ogni tuo dubbio, casa domande per sapere tutti i materiali, casa domande

casa domande e risposte

DOMANDE & RISPOSTE

Tutto quello che vuoi sapere sulle case iHouse

in Legno, Acciaio, i-Cem

Se non trovi quello che stai cercando inviaci una richiesta, ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

CASE IN LEGNO

Quanto costano le  case in legno iHouse?

Le nostre abitazioni possono essere costruite in diverse modalità, dal grezzo al chiavi in mano.
I Prezzi delle nostre case in legno chiavi in mano partono da 1000€/m² .
Possiamo realizzare la casa anche al grezzo a 500€ /m² o al Grezzo Avanzato.
Il nostro prezzo al metro quadro è indicativo in quanto bisogna valutare ogni singolo progetto e le sue variabili principali.

Cosa è compreso nella formula Chiavi in mano? E nel Grezzo?

La politica di Ihouse è preoccuparsi del cliente a 360° ed accompagnarlo nella costruzione della sua casa.
Per questo offriamo una soluzione Chiavi in mano che comprende: montaggio struttura, Impianto Elettrico, Impianto Termico, Impianto Idrico e  Sanitario, Pavimentazioni, Infissi a doppio vetro in Legno o PVC, Costi di trasporto, salario vitto e alloggio degli operai.
La soluzione al Grezzo Avanzato che comprende: montaggio della struttura, il cappotto esterno, la copertura, gli infissi, la predisposizione degli impianti.
La soluzione al Grezzo comprende: montaggio della struttura, il cappotto esterno, la copertura.

Quanto costano le opere di fondazione a platea?

Il costo relativo a scavi e fondazioni a platea  si puo’ stabilire solo dopo aver effettuato una relazione geologica del terreno. Conoscendo il sottosuolo possiamo stabilire le caratteristiche strutturali che deve avere la fondazione per poter reggere l’ abitazione. Chiaramente sono tante le variabili da considerare: Sottosuolo, pendenza del terreno, caratteristiche morfologiche in genere. Mediamente se il terreno non presenta particolari problemi di sottosuolo ed è tendenzialmente pianeggiante, possiamo considerare una platea in CA di circa 30cm di spessore e costi variabili che vanno da un minimo di 100 ad un massimo di 150€/mq.

A cosa è dovuto il risparmio energetico delle case in legno iHouse ?

Il risparmio energetico è dovuto in primis al ricorso di materiali con pregiatissime caratteristiche termiche (valori di conducibilità termica molto bassi) che, in inverno, non permettono al calore interno di essere disperso verso l’esterno, e, viceversa in estate, mantengono l’interno fresco, impedendo al calore esterno di entrare in casa.
In aggiunta, tale risparmio può essere ulteriormente accresciuto ricorrendo a tecnologie che, utilizzando il sole come fonte di energia, producono energia elettrica (pannelli fotovoltaici) o acqua calda (pannelli solari).

Quanto tempo durano le Case in legno? Necessitano di molta manutenzione ?

Non è possibile stabilire la durata di una casa in legno. L’edilizia in legno è la più antica del pianeta, molte abitazioni in legno resistono a distanza di centinaia di anni, nonostante costruite con metodi e materiali più semplici rispetto a quelli odierni. La struttura delle nostre case è garantita 30 anni (a differenza delle case tradizionali garantite per 10 anni), la manutenzione richiesta è la stessa di una casa tradizionale. Le case non subiscono alcun deperimento con il passare del tempo in qualsiasi condizione atmosferica. I legnami utilizzati da iHouse per la costruzione delle case in bioedilizia vengono trattati con vernici atossiche ed ignifughe  che lasciano traspirare il legno e allo stesso tempo lo proteggono.

Le case in legno sono Sicure? Possono Bruciare ?

Tutte le costruzioni iHouse sono completamente ignifughe e sottoposte a test che ne certificano la loro resistenza al fuoco, lana minerale basaltica o fibra di legno posta all’ interno delle pareti ha grande resistenza all’azione del fuoco, sopportando temperature di oltre 1000 °C senza fondere fino a 120 minuti. Si può ottenere una resistenza superiore maggiorando lo spessore dei rivestimenti interni ed utilizzando appositi materiali

Una casa in legno iHouse è meno forte e sicura di una casa in edilizia tradizionale? Per esempio, risulta più fragile nei confronti dei terremoti?

No. La struttura portante lignea delle case in bioedilizia, essendo caratterizzata da ottima elasticità e flessibilità, risulta particolarmente valida e sicura nei confronti dei terremoti, ammortizzando efficacemente i movimenti sussultori e ondulatori tipici di un sisma.
Ovviamente le nostre case in bioedilizia rispondono pienamente a tutti i requisiti antisismici richiesti dalla normativa vigente.
La differenza fondamentale tra il legno ed il cemento armato è che la rigidezza di quest’ultimo gli permette di resistere al crollo ma con danneggiamenti anche notevoli; per contro il legno si flette e la struttura non crolla, contenendo in misura maggiore i danni alla struttura nel suo complesso.

Le  case in legno iHouse hanno qualche limitazione strutturale, architettonica e/o impiantistica?

Assolutamente no, è possibile personalizzare la propria casa in bioedilizia senza alcun tipo di vincolo o limitazione sopraccitata.

Il prezzo può variare durante l’iter progettuale e realizzativo ?

No. Una volta sottoscritto il contratto, il prezzo della casa è immutabile. Inoltre, essendo i tempi di costruzione molto bassi, si è sicuri che i prezzi di materiali e manodopera non possano lievitare rispetto a quelli pattuiti.

Le case in legno subiscono una svalutazione nel corso degli anni?

No. Oggi finalmente le leggi di mercato italiane premiano maggiormente le case a basso consumo energetico rispetto a quelle realizzate con materiali tradizionali. In prospettiva futura, allorquando interverranno normative ancora più severe in termini di consumo energetico, le case in bioedilizia, essendo caratterizzate da consumi nettamente minori, potranno ottenere valutazioni ancora maggiori rispetto ad edifici di classe energetica più bassa.

È possibile avere un unico referente per tutte le operazioni progettuali e realizzative della casa?

iHouse offre al cliente la possibilità di essere l’unico referente sia per la fase di progettazione sia per la fase di costruzione e montaggio della casa, mettendo a sua completa disposizione il suo team di esperti. Così facendo il cliente potrà rivolgersi sempre e solo a Noi per qualsiasi richiesta ed informazione.

CASE IN ACCIAIO

Il sistema STELL FRAME usato è antisismico ?

Si, il provvedimento più importante contro il terremoto è realizzare costruzioni più leggere. La costruzione in acciaio è fino a 10 volte più leggera del cemento armato.
Si basa sul sistema delle costruzioni in acciaio con controventatura, come modello bisogna pensare ai grattacieli.

Con il sistema acciaio stell frame quanti piani si possono realizzare ?

Con il sistema leggero fino a 4 piani, abbinato a travi pesanti non c’è limite.

Con la struttura in Acciaio la costruzione è isolata sufficientemente ?

Tutti gli spazi vuoti vengono riempiti in materiale isolante, quindi l’adeguato isolamento  opportunamente calcolato dai nostri tecnici garantisce di ottenere il risultato prefissato.

Si può realizzare la casa o la costruzione che si vuole ?

Nei limiti tecnici non c’è problema per nessun tipo di costruzione, particolarmente indicato nella realizzazione di strutture moderne.

L’ACCIAIO ATTIRA I FULMINI?

No, il sistema di protezione scarica i fulmini a terra.

L’acciaio può provocare problemi o danni nel tempo?

No, non si deforma nel tempo, non subisce assestamenti, non brucia, non arrugginisce perché nelle costruzioni si utilizza acciaio galvanizzato.

Il sistema di costruzione casa con l’acciaio è economico ?

Si, riduce i tempi di realizzazione grazie ad una produzione a minor costo alla massima qualità. Si riducono al minimo i costi di manodopera e si allunga la vita della costruzione riducendo notevolmente anche i costi di manutenzione.

CASE IN i-Cem

Che cos’è il sistema i-Cem ?

Il sistema i-Cem è un sistema di costruzione di edifici con l’utilizzo di cemento armato, acciaio e polistirene espanso.
i-Cem è un sistema brevettato (brevetto Ecosis) che prevede innanzi tutto la realizzazione di casseformi realizzate specificatamente per il progetto, le quali saranno dimensionate per il progetto stesso, preformate dalla fabbrica con acciaio, isolante e supporti necessari.
Una volta realizzate le casseformi, vengono posizionate e fissate come da progetto per la formazione dell’edificio, successivamente viene realizzato il getto in calcestruzzo all’interno di esse che ne completerà l’opera.
Le casseformi contenenti l’acciaio e l’isolamento sulle due facciate (interno ed esterno casa) come già detto rimarranno parti integranti della costruzione, potranno essere intonacate o finite a piacere.
Questo sistema è un sistema molto vantaggioso in quanto permette una costruzione molto più precisa, veloce, sicura ed affidabile

Come si comporta il sistema i-Cem in termini di risparmio energetico e di isolamento ?

Un buon isolamento abbatte i consumi energetici e risulta essere un beneficio per l’ambiente, vi sono spesso fraintendimenti a proposito dell’isolamento.
Un eccessivo isolamento non è possibile se non viene previsto un appropriato impianto di ventilazione nell’edificio.
Il materiale utilizzato nella tecnologia di costruzione i-Cem è l’EPS o Polistirene Espanso. L’EPS non è solamente una schiuma isolante ma è anche un innovativo materiale d’isolamento con un ottimo rapporto costi-benefici che è stato studiato per più di 30 anni.
Con  l’EPS utilizzato come materiale da cappotto esterno, l’edificio i-Cem risulta essere completamente e permanentemente isolato. Non ci sono ponti termici. Il materiale isolante viene posizionato all’esterno ed all’interno del modulo costruttivo. Lo spessore del materiale isolante è variabile e verrà indicato dal tecnico che indicherà anche lo spessore del cemento che è variabile a sua volta.

Chi calcola l’inserimento di armature addizionali di rinforzo all’interno della muratura e chi ne è responsabile ?

L’armatura di rinforzo deve essere calcolata da un ingegnere strutturista così come previsto dalle norme Europee.
Come avviene per qualsiasi tipologia di struttura realizzata, un edificio in cui vengono impiegati i moduli i-Cem per la sue edificazione verrà calcolato secondo normativa in relazione alla zona sismica di edificazione (zona 1-2-3-4), alla sua dimensione, alla portata del terreno.
La tipologia di struttura che si va a realizzare con l’utilizzo della tecnologia i-Cem è un monolite costituito da setti portanti in C.A. pertanto verrà calcolata nella stessa forma e maniera in cui si calcola in setto in C.A.

Quali possibilità di progettazione vengono date dal sistema i-Cem ?

La tecnologia costruttiva i-Cem si adatta facilmente a qualsiasi progetto, permette di realizzare qualsiasi tipologia di forma architettonica: realizzare archi, sbalzi, cupole, cilindri non crea alcun tipo di problema.

Il progetto dovrà adattarsi alle misure dei moduli ?

No, il sistema i-Cem può essere realizzato su misura in accordo con il progetto esecutivo del professionista.

Una muratura i-Cem, dal momento che risulta iper-isolata e data la presenza del CLS, “non respira” ?

Costruire una casa oggi è un’operazione assai più complessa rispetto a pochi anni fa. L’impiego di isolanti termici di qualità e la perfetta tenuta garantita dai serramenti sono due grandi conquiste della tecnologia che ci permettono di vivere in ambienti più confortevoli termicamente ed acusticamente, quindi più efficienti e meno costosi nella gestione.
La vita in un ambiente sigillato può riservare sorprese: come eliminare l’accumulo di odori e vapori causati dalla presenza umana? Pensiamo solo per un attimo a come si concentra l’anidride carbonica (CO2) in un ambiente sigillato verso l’esterno.
Recenti ricerche stanno poi mettendo in evidenza come tra i vari agenti inquinanti della casa, gli effetti dovuti alla presenza del RADON (presente nell’argilla e quindi nei laterizi) siano tutt’altro che trascurabili. E’ necessario quindi FAVORIRE UN CORRETTO RICAMBIO DELL’ARIA.

E’ meglio realizzare un sistema di ventilazione ?

La ventilazione degli edifici è una delle regole basilari per vivere in un ambiente sano e salutare. Chiunque vive in una casa deve provvedere a farla ventilare. La ventilazione può avvenire in due modi: la ventilazione controllata (eseguita in maniera meccanica per mezzo di un apparecchio denominato estrattore con scambiatore di calore) o la ventilazione volontaria (aprire le finestre ogni tanto).

Con i-Cem ci sono ponti termici ? o fenomeni di condensa ?

Nel concetto i-Cem, rivolto al futuro dell’abitare, si eliminano completamente tutti i ponti termici sia all’interno che all’esterno della muratura rendendo impossibili i fenomeni di formazione di condensa e quindi di muffe o macchie nelle murature.
Inoltre la perfetta igrometria del muro impedisce il formarsi di condense all’interno del muro e sulla sua superficie. A questo punto non rimane altro che ragionare sul buon uso comune dell’abitare: o si aprono le finestre ogni tanto o si prevede un sistema di ventilazione controllata. Nel futuro isolare gli edifici sarà alla base del costruire, isolare per risparmiare energia, poiché l’energia più pulita è quella risparmiata.
Per rendere tale sistema efficiente al massimo l’ideale soluzione risulta il suo abbinamento con un sistema di ventilazione controllata magari in gradi di recuperare il calore prodotto all’interno dell’ambiente grazie ad uno scambiatore a pompa calore.

L’EPS è un materiale che inquina? Quali sono i costi ambientali per la sua produzione ?

Molti sono i pregiudizi su questo materiale e poche sono ancora le persone che, in una corretta valutazione dei costi di produzione, conteggiano la riciclabilità del materiale (piuttosto che la sua derivazione organica).
Il polistirene espanso è atossico, non contiene CFC né HCFC ed è riciclabile al 100%. Molte ricerche lo prendono addirittura a modello per il suo rapporto costi ambientali/prestazioni. Il suo impiego fa risparmiare molta più energia di quanta non ne consumi la sua produzione.
Ogni kg di petrolio utilizzato per la sua produzione permette di risparmiare 150 kg di petrolio in 50 anni. Inoltre, le sue proprietà atossiche e inorganiche (che lo rendono inattaccabile da funghi e muffe) si mantengono inalterate nel tempo.

Come si comporta il sistema utilizzato da i-Cem in caso di incendio ?

Il sistema realizzato con i-Cem dà origine ad una costruzione monolitica continua in setti di calcestruzzo, pertanto senza possibilità per il fuoco di espandersi attraverso di essi. Per tali pareti, la resistenza al fuoco è superiore alle 2 ore.

Come si comporta il sistema utilizzato da i-Cem in caso di eventi sismici?

Il Sistema Costruttivo utilizzato per i-Cem consente di ottenere prestazioni sismiche ben superiori ai requisiti prestazionali minimi prescritti dalle normative internazionali e consente dunque di riuscire a soddisfare, a costi contenuti, le prestazioni attese.
Infatti, realizzando costruzioni in cui tutta l’ossatura portante viene a costituire un nucleo scatolare composto da pareti in conglomerato cementizio armato, le resistenza nei confronti delle azioni orizzontali vengono ad essere elevatissime, tanto da poter facilmente garantire prestazioni sismiche ben superiori ai minimi da normativa.
Gli edifici da noi usualmente realizzati risultano immediatamente utilizzabili anche dopo il verificarsi di un evento sismico definito “raro”, in quanto progettati per non subire alcun danno strutturale.

ci trovi anche su facebook

Torna all’Home

Casa domande, casa domande

Casa domande, casa domande

Casa domande, casa domande

Casa domande, casa domande

Casa domande, casa domande